Shungite: la soluzione all’inquinamento elettromagnetico

Shungite: la soluzione all’inquinamento elettromagnetico

E’risaputo che gli apparecchi elettronici come telefoni cellulare, computer, antenne radio, elettrodomestici ecc. emanano onde elettromagnetiche, nocive per la nostra salute; si tratta del fenomeno dell’elettrosmog.
Vi basterà applicare un dischetto, un geode oppure un bracciale di shungite, che (ancora meglio) sia stata resettata e riprogrammata da un Master Reiki, per modificare le vibrazioni del campo elettromagnetico dell’elettrodomestico e ridurre così gli effetti sulla salute.

La shungite è costituita da un minerale naturale a base di carbonio, proviene dalla regione russa della Keralia. Grazie alla presenza di fullereni (una particolare forma di carbonio C60-C70) all’interno della pietra, essa è in grado di proteggere dalle onde elettromagnetiche e di trasformarle in onde biocompatibili, cioè non dannose per il nostro organismo.

Il fullerene è una forma pura di carbonio scoperta in laboratorio nel 1985 da Harold Kroto, Robert Curl e Richard Smalley che gli valse il premio Nobel per la chimica nel 1996.

Della shungite, si parlava già nel XVII secolo, sotto lo zar Boris Godunov, e successivamente lo Zar Pietro I, fece fare delle ricerche sulla shungite, che portarono alla scoperta delle sue qualità antiscorbuto, tonificanti delle vie biliari, e antisettiche ( tanto da rappresentare una sorta di potabilizzatore d’acqua nelle borracce delle truppe russe.

La modalità di funzionamento della shungite consiste nella trasformazione delle emanazioni nocive prodotte dagli apparecchi elettronici in biocompatibili, senza interrompere o arrestare il funzionamento di questi; ciò è reso possibile dalla nube elettronica contenuta nelle molecole di fullereni che si muove in vortici coerenti di energia destrogira, permettendo alla pietra di resistere all’impatto con campi di torsione levogira, dannosi per le nostre cellule, e di contrastarli e trasformarli in campi di torsione destrogira.
Oggi, conseguentemente alle nuove scoperte delle proprietà della shungite, fisiche chimiche e bioenergetiche, essa viene utilizzata in vari settori: medicina, industria, ambiente, ecologia…
Ma ciò che la rende unica è proprio la sua capacità di agire sulle onde elettromagnetiche non ionizzanti che ci circondano.

Gianni De Paola – Naturopata -Reiki Master.

Bibliografia – Nikolai Alexandrovich Kozyrev astrofisico russo (1908-1983); Prof. Vlail Kaznacheev direttore dell’Istituto di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Accademia Sovietica delle Scienze di Novosibirsk.

Related Posts